Comune di Gonars

Vrhnika, città gemellata

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Chiesa di Santa Maria della Salute

Fu fatta costruire nel 1859 da Giovanni Battista Bordiga per osservare un voto espresso durante una lunga malattia. Il progetto è forse  dell’architetto Andrea Scala. È a pianta circolare, sormontata da una cupola con aperture disposte in modo che l’abside sia illuminato dalla luce del sole durante l’intero arco della giornata. La facciata è di tipo palladiano; il portico è sormontato da un timpano che poggia su quattro colonne.

La chiesa fu interdetta al culto già nel 1880 a causa del comportamento della famiglia, giudicato immorale dalle autorità ecclesiastiche. Durante la prima guerra mondiale servì da deposito di attrezzi militari. Fu riaperta al culto dal 1926 al 1938; successivamente,  fu oggetto di una disputa relativamente alla sua proprietà, dal momento che una presunta donazione del 1923 alla parrocchia di Ontagnano non poté mai essere dimostrata. La chiesa subì quindi diverse vicissitudini e cambi di proprietà che ne provocarono il deterioramento. Nel 1992 diventò infine proprietà del Comune di Gonars, che si occupò del suo restauro. È nuovamente riaperta  al culto dal 1999.

Si trova a sud di Fauglis, in località Bordiga. N. 27 dello stradario.