Comune di Gonars

Vrhnika, città gemellata

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Cerimonia di commemorazione capitano Oreste Salomone

 

 

Durante il primo conflitto mondiale sul territorio di Gonars furono insediati un ospedaletto militare e un campo di aviazione, che sarà base d'appoggio di importanti azioni degli aerei militari italiani contro il territorio austro-ungarico.

Una di queste azioni in particolare è ricordata nel monumento all'Aviazione collocato sulla parete ovest delle scuole medie di Gonars.

È un bassorilievo in bronzo, realizzato nel 1968 dall'artista friulano Gigi Di Luca che ricorda l'azione di guerra del 18 febbraio 1916 del Magg. pil. Oreste Salomone, che, unico superstite dell'equipaggio del suo bombardiere Caproni “Aquila Romana “riuscì ad effettuare un atterraggio di emergenza nel campo di aviazione di Gonars, pur ferito in corso di un duello aereo con velocissimi Fokker della aviazione austro-ungarica.

L’avvenimento è riportato sul romanzo “Notturno“ di Gabriele d’Annunzio il quale avrebbe dovuto quel giorno essere a bordo dell’Aquila Romana per partecipare alla azione bellica.

L’anniversario della missione ed il Maggiore Oreste Salomone, prima medaglia d’oro nella storia della aeronautica militare italiana, sono stati ricordati il 18 febbraio alla presenza dei rappresentanti dell’Associazione Arma Aeronautica di Palmanova, degli Alpini e dei Bersaglieri di Gonars, della AFDS di Gonars e delle classi delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo di Gonars.