Comune di Gonars

Vrhnika, città gemellata

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Cerimonia di posa della prima pietra - Centro diurno per anziani "Area Gandin"

 

Alla presenza del Presidente della Regione autonoma Friuli - Venezia Giulia Renzo Tondo, dei Consiglieri regionali Colautti, Cagnelutti e Blasoni e dell’Assessore provinciale Piuzzi, il Sindaco di Gonars, Marino Del Frate, ha posto la prima pietra del Centro diurno e residenziale per anziani.

L’opera sorgerà nella zona denominata “Gandin”, dietro al Municipio, nel centro del paese.

Proprio con questo argomento è iniziato il discorso del Sindaco che ha ricordato come la location centralissima del manufatto, è stata pensata per favorire l’integrazione massima tra il tessuto sociale del paese ed i suoi ospiti.

Il centro che è stato voluto interamente al piano terra per favorire la massima accessibilità da parte dei suoi frequentatori ha impegnato fondi propri comunali per quasi la metà dell’importo che si aggira sui 1.400.000 euro.

Questo dimostra quanto la amministrazione comunale volesse il centro, a tal punto che nei primi anni del mandato quasi tutte le risorse comunali disponibili sono state utilizzati per il suo finanziamento e per l’ampliamento delle scuole elementari preferendoli ad altri interventi che pure erano necessari.

Il centro sarà frequentato da persone autosufficienti o con lieve riduzione dell’autosufficienza, che troveranno compagnia, animazione, refezione e chinesiterapia minimale di gruppo, organizzate nelle ore diurne per ritornare ai loro legami affettivi della propria abitazione la sera.

Ospiterà la sede dell’infermiera di comunità e dell’assistente sociale, un ambulatorio medico e la sede delle associazioni a valenza sociale che si occupano di persone anziane (MUNUS, Salotto punto d’incontro), all’insegna di una gestione volontaristica, solidale ma con la presenza di figure professionali di rilievo.

Sei camere a due letti sono previste per ospiti temporanei, che potranno utilizzarle per qualche settimana in caso di indisponibilità della propria abitazione per cause logistiche o sociali.

Al piano superiore sarà realizzato un Auditorium da 160 posti e la biblioteca.

Il tetto ospiterà un impianto fotovoltaico che assicurerà la autosufficienza energetica.

La grande sfida - ha concluso il Sindaco - sarà una gestione economicamente compatibile, sfida difficile ma Gonars ha una comunità solidale e generosa che sicuramente darà il suo appoggio.

Infine il Sindaco ha rimarcato che il centro per anziani e l’ampliamento delle scuole elementari sono stati finanziati contestualmente riducendo l’indebitamento comunale di 1.400.000 euro.

Il presidente Tondo, ringraziando il Comune per l’iniziativa che vede gli anziani sistemati al centro del paese e gestiti solidalmente, si è soffermato sulla questione del lavoro elencando alcune realtà di aziende friulane recentemente insediatesi nel nostro territorio, costituite da giovani che non avrebbero scelto il Friuli se non ci fossero stati gli strumenti della specialità regionale a favorirle.

L’Assessore Piuzzi ha ringraziato l’Amministrazione comunale per la sensibilità nel gestire le questioni sociali a Gonars ed ha dato atto dell’impegno della Regione nel favorire le opere pubbliche per migliorare le qualità di vita dei friulani.