Comune di Gonars

Vrhnika, città gemellata

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Cerimonie del 4 novembre

 

Si sono svolte nel capoluogo e nelle frazioni le tradizionali cerimonie del 4 novembre organizzate dalla Amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni d’arma. Alla fine delle tradizionali cerimonie rievocative il Sindaco ha rivolto un ringraziamento per l’opera meritoria di cura ed onore ai monumenti ai caduti. È stato rivolto anche un ringraziamento per la organizzazione delle cerimonie del ricordo e per le iniziative di salvaguardia e diffusione della nostra cultura friulana che nei secoli è stata strettamente collegata ai fatti d’arme ed alle forze armate che hanno strettamente convissuto con la popolazione, perché per anni hanno presidiato il confine orientale, che era uno dei più caldi d’Europa, dal quale passava la cortina di ferro. È stato ricordato il senso di gratitudine e di sicurezza che le divise infondevano insieme al sollievo per la scomparsa si quel tipo di confine con l’ingresso in Europa. È stata richiamata alla memoria la loro opera a favore della comunità e quindi per l’impegno non solo nel celebrare, ma anche nel fare, nel promuovere aggregazione comunitaria, nel dare appoggio all’associazionismo, nell’ aiutare chi ha bisogno nella quotidianità e nell’intervenire nelle situazioni di pericolo al fianco della Protezione Civile. Alla fine del discorso del Sindaco la sig.ra BIANCA PIU classe 1925 ha recitato la poesia che nel 1933, quando aveva 8 anni, su incarico del suo maestro elementare e Podestà del paese ANGELO ZANELLO, aveva avuto l’incarico di declamare proprio qui in questa piazza, nella giornata della inaugurazione del monumento ai caduti. Il Sindaco si è complimentato con lei per la sua disponibilità, per la sua età splendidamente portata, per la sua voce giovanile e soprattutto per la sua invidiabile memoria.