Tributi locali e tasse (IMU - TARI)

 

 

CALCOLO IUC ON-LINE

Novità Tributi anno 2020 - Istituita la nuova IMU

La legge di Bilancio 2020 (legge 27 dicembre 2019, n. 160) ha introdotto importanti novità per i tributi locali.

La legge di Bilancio  2020, con la finalità di semplificare la gestione dei tributi locali, ha eliminato il precedente assetto della I.U.C. che comprendeva le tre componenti tributarie (IMU-TASI-TARI), con la conseguente abolizione della TASI e l’istituzione della nuova IMU.

Pertanto con decorrenza dal 1^ gennaio 2020, rimane la TARI (TASSA RIFIUTI), viene abolita la TASI e viene rinormata l’IMU.

Per quanto riguarda la “nuova IMU”,  resta confermata l'esenzione per le abitazioni principali non di lusso (categorie catastali dalla A/2 alla A/7) e le scadenze per i versamenti, del 16 giugno per l’acconto e del 16 dicembre per il saldo.

L'ACCONTO da versare a titolo di IMU dovrà essere uguale al 50% di quanto dovuto nel 2019 per IMU e TASI (quindi facendo riferimento alla situazione immobiliare e alle aliquote anno 2019); resta invariata la modalità di versamento mediante modello F24.

Per l’anno 2020 il ritardato versamento dell’imposta di spettanza comunale per particolari situazioni economiche del contribuente collegate all’emergenza sanitaria COVID19 non darà luogo all’applicazione di sanzioni ed interessi purché l’imposta medesima sia versata a titolo di acconto entro il 16 settembre 2020, fermo restando la scadenza del saldo entro il 16 dicembre 2020. Per beneficiare di tale differimento dovrà essere presentata dichiarazione su modello predisposto dal Comune.

Il versamento della rata a SALDO  dell’imposta dovuta per l’intero anno è eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote deliberate per l’anno 2020.

E’ confermata la scadenza del 30 giugno per la presentazione della dichiarazione IMU anno 2020.

In via collaborativa il Comune provvederà ad inviare i prospetti di calcolo e mod. F24 precompilati ai contribuenti presenti nella banca dati comunale:i prospetti dovranno essere opportunamente controllati ed il contribuente dovrà segnalare eventuali anomalie riscontrate.

Trattandosi di tributo da versare in autoliquidazione, si ricorda che il mancato ricevimento dell’avviso di pagamento ovvero l’errata indicazione del dovuto contenuta nello stesso, non esime il contribuente da ogni responsabilità per qualsiasi difetto di pagamento.  

Per nuove variazioni o informazioni contattare l’Ufficio Tributi al n. 0432993011, int. 3 (segreteria e ragioneria) – 3 (tributi).

LE SCADENZE/agevolazioni TARI (TASSA RIFIUTI) PER L’ANNO 2020 DEVONO ANCORA ESSERE STABILITE.

 

CODICI TRIBUTO PER MOD. F24

  • 3912 abitazione principale e relative pertinenze (destinatario il Comune)
  • 3913 fabbricati rurali ad uso strumentale (destinatario il Comune)
  • 3914 terreni (destinatario il Comune)
  • 3916 aree fabbricabili (destinatario il Comune)
  • 3918 altri fabbricati (destinatario il Comune)
  • 3925 denominato “IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso
  • produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO” 
  • 3930 denominato “IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso
  • produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO COMUNE”

 

Attivazione recapito degli avvisi di pagamento tributi comunali (IMU-TARI) tramite posta elettronica

Si informano i contribuenti che potranno ricevere gli avvisi di pagamento dei tributi comunali (IMU-TARI) tramite posta elettronica.

A tal fine sarà sufficiente farne richiesta all’Ufficio Tributi fornendo il proprio indirizzo e-mail utilizzando il modulo allegato da trasmettere all’indirizzo tributi@comune.gonars.ud.it.

L’attivazione del servizio sostituirà la spedizione cartacea.

Clicca qui per scaricare i moduli:         DOC PDF